Menu

Giuliano Grittini

Giuliano Grittini avvia negli anni ’70 un’intensa attività artistica a Milano dove approfondisce il tema della produzione del libro d’artista e della stampa lavorando con i più grandi artisti del mondo quali Wharol, Guttuso, Baj, Fiume, Vasarely, Paladino, Del Pezzo, Sassu, Isgrò, Ballantini, Munari, Tadini, Rotella e molti altri.

Legato inoltre da sincera amicizia alla poetessa Alda Merini, ne è per vent’anni biografo per immagini, autore di numerosi suoi scatti nei quali egli riesce a cogliere, oltre il gesto e il volto, l’anima.

Esponente del neopop, Grittini riunisce nelle sue opere maestria artistica e sapienza fotografica immortalando attori del cinema, scrittori, designer, personaggi famosi e cartoni animati in composizioni materiche realizzate con sovrapposizione di colori e collage di fotografie, lettere, pagine a stampa, manoscritti e foglia oro che portano alla luce la sua “Museum Cracker Art”, realizzando così una nuova pagina dell’arte contemporanea.

X