Menu

Maila Stolfi

Maila Stolfi nasce a Prato nel 1958, dove vive e lavora. Nella sua città natale frequenta l’Istituto Leonardo da Vinci e studia pittura e incisione sotto la guida del maestro Piero Caverni, proseguendo successivamente come autodidatta. Attratta da un’irrefrenabile e istintiva fascinazione per i tempi andati, Maila fa del passato il leitmotiv delle sue opere. Con un linguaggio espressivo segnatamente intimistico e autobiografico, i suoi dipinti evocano luoghi o oggetti della memoria: sogni, fantasie e ricordi immersi in un turbinio di tensioni e accordi cromatici dalla forte valenza materica. Le sue tele, ricche di contenuti emotivi e dalla forza dirompente, raccontano un mondo in sintonia con i nostri tempi: un universo sospeso tra passato e presente capace di coniugare il reale con l’ideale.

Pittrice dall’indomita curiosità e straordinario estro, Maila si impone nel contesto dell’arte contemporanea toscana e nazionale nel 2014, con la personale al Caffè Letterario Giubbe Rosse di Firenze. Nello stesso anno partecipa a due collettive allestite ad Arezzo, entrambe organizzate per celebrare il 150° anniversario della nascita di Alfred Steiglitz. Prestigiosi traguardi che la portano a partecipare nel 2015 alla mostra Fra realtà e memoria inaugurata dal “Gruppo Donatello” e nel 2016 alla collettiva Pistoia è servita nell’Atrio del Tribunale di Pistoia. Nello stesso anno presenta Le meraviglie del visibile tra sogno e realtà, mostra personale organizzata presso l’Hotel Bamby di Rimini.

Nel 2018 è protagonista di Flussi cromatici su realtà sensibili, la personale allestita a Palazzo Datini di Prato e vincitrice del celebre Premio Artistico Letterario “Ponte Vecchio” per la sezione “Arte Pittorica”. Nello stesso anno partecipa alla Rassegna Internazionale d’Arte “Premio Ligures” presso il Castello San Giorgio di Lerici e prende parte a diverse collettive, come la Contemporary connection Art al Museo Emilio Greco di Catania, la collettiva nella Saletta Campolmi del Polo Museale di Prato e al Telesia museum Museo di arte contemporanea S.Roberto di R.Calabria.

Nel 2019 presenzia alla collettiva Lo Zibaldone dell’arte nella figurazione contemporanea presso il Terme Beach Resort di Punta Marina e si aggiudica il premio alla carriera in memoria di Grazia Barsanti Berti.

Recentemente è stata protagonista, assieme a Luciano Manara, della mostra Artisti contemporanei nel segno di Datini, allestita nell’omonimo palazzo.

Ilaria Giannotti

X