fbpx
Menu

Giuseppe Chiari

Giuseppe Chiari nasce a Firenze nel 1926. Studia pianoforte, matematica e composizione musicale. Dopo gli studi di ingegneria nel 1947 inizia la sua attività musicale e nel 1950 inizia a comporre. Nel ’61 con Pietro Grossi fonda l’associazione Vita Musicale Contemporanea. L’esposizione viene ripetuta molte volte iniziando da Roma alla Galleria Numero per raggiungere, dopo un lungo giro, il Creative and Performing Arts Center a Buffalo.

Dal 1962 entra a far parte del gruppo internazionale e interdisciplinare Fluxus, nato negli USA per promozione di George Maciunas, con l’intento di integrare l’espressione artistica nella vita di ognuno di noi, e impostato su comportamenti alternativi e continui sconfinamenti della specialità dei linguaggi. Nella sua lunga attività ha partecipato a performances ed esposizioni in Europa, Oceania, Usa, Canada e Giappone fra le quali, oltre alle quattro edizioni della Biennale di Venezia si segnalano: l’azione “Suonare la città”, realizzata durante la manifestazione “Campo Urbano” a Como nel 1965; La Biennale di Sidney, e il “Codex Fluxus” realizzata al MOMA DI New York. Sempre nel 1965 è a Parigi chiamato dal Centro di Musica. Durante lo stesso anno si esibisce a Vienna presso  il Museo  del XX secolo.

Partecipa all’esperienza del gruppo di poesia visiva “Gruppo 70”, fondato a Firenze nel 1963 da Lucia Marcucci, Eugenio Miccini, Luciano Ori e Lamberto Pignotti.

Pubblica il libro “Musica senza contrappunto” nel ’69 e “Senza Titolo” nel ’71. Nel 1970 smette di comporre ed inizia una intensa attività di concerti, performances, conferenze che lo portano, fra l’altro, a Berlino, Londra, Parigi, Vienna, Milano, Venezia, Roma, New York. La sua attività come artista visivo lo porta ad essere considerato oggi l’artista Fluxus italiano più importante in campo internazionale.

Dagli anni Settanta fino ad oggi sviluppa un intenso programma espositivo in gallerie private e pubbliche con mostre personali e collettive: Galleria d’Arte Moderna, Roma, 1980; in musei d’arte contemporanea: Kunstmuseum Luzern, Luzern, 1973; Centr d’Art Contemporain, Ginevra, 1979; Museum of Contemporary Art Chicago, 1993; Museum of Modern Art, San Francisco, 1994. Partecipa inoltre  a manifestazioni nazionali ed internazionali: Documenta 5, Kassel, 1972; Biennale di Venezia, edizioni ‘72, ’76;  VIII Biennale di Sidney, 1990.

Muore a Firenze nel maggio del 2007.